PARLANO LA NATURA, L’OSPITALITA’ GENUINA E LA STORIA MILLENARIA
Situato nella costa sud est della Sardegna, Costa Rei, da cui prende il nome l’omonima spiaggia di sabbia granitica, si trova nel Sarrabus, un territorio che comprende i paesi di Castiadas, Muravera, San Vito e Villaputzu. Le peculiarità del territorio si esprimono in una natura autentica e selvaggia, costellata da spiagge lunghe e variegate che si estendono per circa 40 km., intervallate da piccole cale, da foreste ricche di macchia mediterranea come il parco dei Sette Fratelli e Baccu Arrodas, dagli stagni e dalle lagune che costituiscono le oasi di Feraxi, Colostrai, Torre Salinas, Gibbas e Murtas. Il luogo ideale per una vacanza attiva, ma anche per chi ricerca il relax.

Il sapere antico di segni e gesti
Nell’artigianato, così come nell’enogastronomia, si tramanda una memoria che affonda le sue radici nella genuinità di un territorio che si esprime attraverso prodotti d’eccellenza: le piccole botteghe artigiane realizzano le launeddas, antichi strumenti a fiato, i laboratori tessili trasformano pizzi, tessuti di lino, seta e cotone in coperte, tappeti e arazzi; i ceramisti creano oggetti d’arte usando l’argilla; i cestai intrecciano canne sottili che diventano cestini dalle molteplici forme. Grazie al suo territorio incontaminato, a Costa Rei i prodotti della tavola sono semplici e genuini, a km. 0: formaggi caprini, pecorini e ricotte, carni, pesci e bottarga, mandorle, mieli, agrumi, vini, liquori al mirto, olio di oliva e tanto altro per imbandire una tavola che sorprende con i suoi profumi e sapori decisi.

Trova ristoranti e produttori locali

Vassoio di cibo tipico della Sardegna
Sagra delle Arance a Muravera

Suggestioni antiche e magiche
Antica e misteriosa: la storia della costa sud est della Sardegna parla attraverso i suoi monumenti e i siti archeologici. Il periodo prenuragico si racconta attraverso i dolmen e i menhir di Piscina Rei e Cuili Piras, ma anche grazie alle Domus de Janas di Monte Nai e di San Vito; l’epoca nuragica è ben espressa da numerosi nuraghi, come quelli di S’Acqua Seccis, di Scalas e di Asoru, e dal pozzo sacro di Funtana Coperta. Esempi di arte medievale sono ben visibili nei resti del Castello di Quirra e nella chiesetta di San Nicola a Villaputzu. Le miniere di Monte Narba costituiscono un ottimo esempio di archeologia industriale che, risalenti al Settecento, meritano una visita.

Prenota la tua escursione

Una incredibile varietà di esperienze… Preparatevi ad avere l’imbarazzo della scelta!